sistemi di accumulo
Sistemi di accumulo

Inizia a risparmiare
con l'energia sostenibile

Una maggiore autonomia energetica

I sistemi di accumulo consentono di ottimizzare l’energia prodotta, garantendo una maggiore autonomia e riducendo i costi energetici. Con soluzioni avanzate e affidabili, come le batterie al litio, i clienti possono godere di una continuità di fornitura, ridurre l’impatto ambientale e risparmiare sui costi energetici a lungo termine.

 

Faber Energy offre consulenza specializzata e soluzioni personalizzate di sistemi di accumulo, garantendo ai clienti un passaggio fluido verso l’autosufficienza energetica, con tecnologie all’avanguardia e un impegno costante per un futuro sostenibile. Investire in un sistema di accumulo significa abbracciare un futuro sostenibile e indipendente.

La tecnologia

Come funziona
impianto fotovoltaico con accumulo

La tecnologia degli impianti fotovoltaici con accumulo sfrutta pannelli solari per convertire l’energia solare in elettricità, che viene immagazzinata nelle batterie per l’uso notturno o in caso di blackout. Con un tasso medio di autoconsumo fino al 70%, i clienti riducono notevolmente la dipendenza dalla rete elettrica, risparmiando fino al 50% sulle bollette.

 

Questi sistemi integrati assicurano continuità energetica e una significativa riduzione delle emissioni di CO2.

Due modalità di accumulo
Quale scegliere?

Le due modalità di accumulo energetico offrono differenti approcci per immagazzinare l’energia prodotta da un impianto fotovoltaico. Una fornisce maggiore efficienza e durata, mentre l’altra è più conveniente ma meno performante. È importante valutare quale sia più adatta alle esigenze del cliente.

Impianto fotovoltaico con accumulo integrato

In un impianto fotovoltaico con accumulo integrato, le batterie sono parte integrante del sistema elettrochimico. L’energia solare viene immagazzinata direttamente all’interno delle batterie integrate nell’inverter solare, ottimizzando l’efficienza complessiva del sistema e riducendo la complessità dell’installazione.

Sistema componibile con batterie esterne

L’impiego di batterie esterne in un impianto fotovoltaico consente di immagazzinare l’energia prodotta durante il giorno per l’uso notturno. Questo sistema permette una maggiore flessibilità nell’espansione della capacità di accumulo in base alle esigenze del consumatore.

Quando conviene installare un sistema di accumulo sul proprio impianto?

L’installazione di un sistema di accumulo è consigliabile quando si vuole massimizzare l’autoconsumo dell’energia solare, specialmente in caso di picchi di produzione e bassi consumi. Inoltre, è vantaggioso quando si desidera garantire un’energia di riserva durante i periodi di scarsa insolazione o interruzioni di rete.

Ottimizzazione dell'autoconsumo

Lenergia prodotta durante il giorno può essere immagazzinata per l'uso notturno o in momenti di picco.

Riduzione delle bollette energetiche

Utilizzando l'energia immagazzinata anziché quella dalla rete, si riducono i costi a lungo termine.

Indipendenza energetica

Si riduce la dipendenza dalla rete e si aumenta l'autosufficienza energetica, contribuendo alla sicurezza dell'approvvigionamento.
Sei interessato ad installare un impianto fotovoltaico?

Scopri gli incentivi e i bonus per installare un impianto fotovoltaico con accumulo

Contattaci

Richiedi una consulenza
o un preventivo personalizzato

    Compila il form, sarai subito ricontattato per ricevere tutte le informazioni che ti servono, oppure per prenotare una consulenza, gratuitamente e senza impegno.

    Massimiliano

    331 5063105

    Rispondiamo alle vostre domande

    Le batterie di accumulo fotovoltaico variano nella durata a seconda del tipo e della qualità. Le batterie al piombo-acido possono durare da 5 a 15 anni, mentre le batterie al litio possono durare oltre 15 anni con una migliore gestione termica e di carica. Tuttavia, la durata dipende anche dalle condizioni ambientali, dalla frequenza di carica/scarica e dalla manutenzione. Tecnologie emergenti come le batterie al grafene potrebbero offrire durate ancora più lunghe. Investire in batterie di qualità e pratiche di gestione ottimali può massimizzare la loro durata e l’efficienza complessiva del sistema fotovoltaico.

    Il costo di un impianto fotovoltaico con accumulo varia notevolmente in base a diversi fattori come le dimensioni del sistema, la qualità dei componenti, le caratteristiche dell’installazione e gli incentivi fiscali locali. È essenziale personalizzare il costo in base alle esigenze specifiche del cliente, considerando la tipologia più idonea e utile. Un’analisi dettagliata delle necessità energetiche, delle condizioni locali e delle opzioni disponibili può determinare il costo ottimale per massimizzare il rendimento e il ritorno sull’investimento del cliente.

    Quando si sceglie una batteria di accumulo per un impianto fotovoltaico, è importante considerare diversi fattori. Innanzitutto, valutare la capacità energetica necessaria in base al consumo domestico e al pattern di utilizzo dell’energia. Poi, occorre considerare la tecnologia della batteria: le opzioni più comuni includono batterie al piombo, al litio e al vanadio. Si dovrebbe anche prendere in considerazione la durata, il ciclo di vita e le prestazioni in diverse condizioni ambientali. Il costo è un altro fattore cruciale, bilanciando il prezzo iniziale con il risparmio a lungo termine. Infine, esaminare le caratteristiche di gestione e controllo, come l’integrazione con l’inverter solare e la possibilità di monitoraggio remoto. Consultare un esperto può aiutare a prendere la decisione migliore.

    Esistono diversi tipi di batterie per accumulo utilizzate nei sistemi fotovoltaici. Le batterie al piombo-acido sono le più economiche ma hanno una vita più breve e richiedono manutenzione. Le batterie al litio, tra cui quelle al litio-ferro-fosfato (LiFePO4) e agli ioni di litio (Li-ion), sono sempre più popolari per la loro maggiore durata, maggiore densità energetica e minore manutenzione. Le batterie al vanadio-redox sono conosciute per la loro lunga durata e l’alta efficienza, ma possono essere costose. Le batterie al nichel-cadmio e al nichel-ferro offrono una maggiore resistenza alle temperature estreme, ma sono meno comuni a causa del loro impatto ambientale e del costo elevato. Infine, le batterie al sale fuso stanno emergendo come opzioni promettenti per l’alta densità energetica e la durata estesa.

    Esistono diversi tipi di impianti fotovoltaici con accumulo progettati per soddisfare diverse esigenze e contesti. Uno dei più comuni è l’impianto fotovoltaico on-grid con accumulo, che si collega alla rete elettrica ma include anche batterie per immagazzinare l’energia in eccesso per un utilizzo futuro. Gli impianti fotovoltaici off-grid con accumulo sono autonomi e non sono collegati alla rete elettrica, quindi le batterie svolgono un ruolo cruciale nel fornire energia quando il sole non è disponibile. Gli impianti ibridi combinano elementi degli impianti on-grid e off-grid, permettendo la connessione alla rete elettrica ma garantendo anche un certo grado di indipendenza grazie alle batterie. Infine, ci sono gli impianti fotovoltaici ibridi DC-coupled, che integrano pannelli solari e batterie senza la necessità di un inverter AC.

    La convenienza economica del fotovoltaico con accumulo dipende da vari fattori come il costo iniziale dell’installazione, i prezzi dell’energia elettrica, gli incentivi governativi, il livello di insolazione locale e i pattern di consumo energetico. In molte situazioni, soprattutto dove i prezzi dell’energia elettrica sono elevati o dove gli incentivi sono generosi, l’installazione di un sistema fotovoltaico con accumulo può risultare molto vantaggiosa a lungo termine. Le batterie consentono di immagazzinare l’energia prodotta durante il giorno per l’uso notturno, riducendo la dipendenza dalla rete elettrica e potenzialmente riducendo le bollette energetiche.

    Sì, un impianto fotovoltaico con accumulo può fornire energia durante un blackout se è configurato con un sistema di backup. Durante il giorno, i pannelli solari generano energia che viene immagazzinata nelle batterie. Quando c’è un blackout, il sistema di backup entra in azione, consentendo alle batterie di erogare energia per alimentare gli elettrodomestici e gli altri dispositivi collegati all’impianto. Tuttavia, è importante notare che l’efficacia del sistema dipende dalla dimensione delle batterie e dal consumo energetico durante il blackout, e che non tutti i sistemi fotovoltaici sono progettati per la modalità di backup.

    window.lintrk('track', { conversion_id: 17936289 });